valente Tag

AOR Avvocati > Posts tagged "valente"

RTI verticale e RTI orizzontale: Cartesio e le poche certezze rimaste

cartesio

a cura dell'Avv. Matteo Valente, socio dello Studio AOR Avvocati (articolo pubblicato su http://www.appaltiecontratti.it/2020/04/16/rti-verticale-e-rti-orizzontale-cartesio-e-le-poche-certezze-rimaste/) In certi casi i confini tra RTI verticale e RTI orizzontale appaiono davvero labili. Così vicini da sovrapporsi e quasi da mettere in crisi il sistema degli assi cartesiani. E’ il caso affrontato dalla V Sezione del Consiglio di Stato che con la sentenza n. 2183 del 31 marzo 2020 si è pronunciata su una censura che contestava la partecipazione ad una gara di un Raggruppamento verticale laddove ciò era escluso dalla lex specialis. Occorre premettere che la procedura di gara riguardava un insieme di attività ricomprese nel “servizio di assistenza domiciliare (SAD)...

Continua la lettura

Omessa sottoscrizione dell’offerta da parte della mandante. Le due soluzioni (opposte) del Tar Toscana

a cura dell'Avv. Matteo Valente, socio dello Studio AOR Avvocati (articolo pubblicato su http://www.appaltiecontratti.it/2020/03/23/omessa-sottoscrizione-dellofferta-da-parte-della-mandante-le-due-soluzioni-opposte-del-tar-toscana/) Il caso delle volte gioca con l’ironia. E accade ad esempio che ad un solo giorno di distanza vengano pubblicate dal medesimo Tar (il Tar Toscana) due pronunce che, pur riferendosi a casi differenti (si trattava infatti di due diverse procedure ad evidenza pubblica), si interessano della medesima fattispecie. Ma il caso non si accontenta della semplice “contemporaneità” ed allora fa sì che le due Sezioni in cui erano incardinati i giudizi (la I Sezione e la III Sezione) decidano le cause in maniera diametralmente opposta. La questione riguarda l’omessa...

Continua la lettura

I costi della manodopera: immodificabilmente modificabili

costi manodopera valente

a cura dell'Avv. Matteo Valente, socio dello Studio AOR Avvocati (articolo pubblicato su http://www.appaltiecontratti.it/2020/02/03/i-costi-della-manodopera-immodificabilmente-modificabili/) Nella complessa materia dei contratti pubblici quella della modificabilità o meno dei costi della manodopera assurge a ruolo di grande attualità, come è confermato dalla recente sentenza del Consiglio di Stato (Sez. V, n. 389 del 16 gennaio 2020). In tale decisione il Giudice Amministrativo ha ritenuto che, anche nel caso in cui sia intervenuta in sede di giustificazioni una modifica dell’importo destinato ai costi della manodopera per come dichiarato in offerta economica, detta modifica deve essere ritenuta legittima purché non alteri la congruità complessiva dell’offerta. Nel caso affrontato dalla...

Continua la lettura

Criteri on/off, una valutazione automatica che non convince

criteri on off

a cura dell'Avv. Matteo Valente, socio dello Studio AOR Avvocati (articolo pubblicato su http://www.appaltiecontratti.it/2020/01/07/criteri-on-off-una-valutazione-automatica-che-non-convince/) Con la sentenza n.14749/2019 in commento, il Tar per il Lazio ha annullato una procedura di gara indetta sullo SDAPA e inerente il servizio di pulizia e igiene ambientale ribadendo un principio fondamentale che troppo spesso le stazioni appaltanti (anche le più qualificate nella gestione delle procedure ad evidenza pubblica) ancora omettono di rispettare. Si tratta dell’adeguato bilanciamento tra l’elemento tecnico delle offerte e quello economico. Nel caso in esame era avvenuto che la legge di gara prevedesse come degli 80 punti destinati all’offerta tecnica ben 65 fossero attribuiti mediante...

Continua la lettura

Il “centro di cottura” – L’insostenibile leggerezza dell’essere… un requisito

centro di cottura sentenza tar valente

a cura dell'Avv. Matteo Valente, socio dello Studio AOR Avvocati (articolo pubblicato su http://www.appaltiecontratti.it/2019/02/28/il-centro-di-cottura-linsostenibile-leggerezza-dellessere-un-requisito/) Sulla natura dell’impegno ad avere la disponibilità di un centro di cottura: il sottile confine tra requisito di partecipazione e requisito di esecuzione   Nelle procedure volte ad affidare il servizio di ristorazione, le stazioni appaltanti sentono assai spesso l’esigenza di tutelarsi, richiedendo agli operatori economici di effettuare la preparazione dei pasti in locali attrezzati ubicati ad una congrua distanza dal luogo di somministrazione. Il cd “centro di cottura” ha da sempre posto numerosi interrogativi nella disciplina delle procedure ad evidenza pubblica e ciò poiché, richiedere già in fase partecipativa il...

Continua la lettura